Lettori fissi

Pagine

Visite

venerdì 12 febbraio 2016

Arcipelago Muratori vini di ottima qualita'

L’Arcipelago Muratori è vitivinicoltura della diversità, della simbiosi e del sapere avere cura; è desiderio di essere territorio, rispettando l’ambiente. 170 ettari di vigna in 4 territori vitivinicoli italiani, dalla Lombardia alla Toscana, alla Campania, in cui lavorare per fare non solo vini DI territorio ma anche PER il territorio: vini come paesaggio liquido. In ogni territorio, quindi, una sola tipologia di vino al fine di esaltare la qualità dei diversi ambienti, minimizzando l’impronta ecologica.
L’Arcipelago Muratori nasce nel 1999 dalla decisione dei fratelli Muratori, imprenditori tessili, di diversificare la loro attività, investendo in agricoltura. Dalla vendemmia 2002 nasce il primo Franciacorta divenuto Riserva vince il premio come MIGLIOR VINO EMERGENTE 2010, l’Oscar assegnato da AIS Bibenda a Roma. Bruno Muratori ha scelto di dedicare all’enologo Francesco Iacono questa Riserva.



Le quattro "isole" dell'Arcipelago:

Tenuta Villa Crespia Franciacorta
Villa Crespia, la Tenuta che racconta il territorio attraverso sei etichette di Franciacorta DOCG, Brut, Rosé, Dosaggi Zero, nati da uve provenienti da vigneti allevati in sei ambienti diversi, ciascuno delle quali reca in sé una caratteristica geologica particolare. Così si evolve, con personalità, ben identificabile il superbo perlage.

Tenuta Rubbia al Colle Suvereto
Rubbia al Colle, la Tenuta dove i vigneti sono allevati nel rispetto dell’ambiente e la naturalità delle uve trasferisce nel bicchiere l’intima essenza del territorio.
Il vino diventa paesaggio, spazio non solo geometria.
Da Sangiovese e tagli bordolesi, Rossi dalla forte personalità maremmana.

Tenuta Giardini Arimei Ischia
Giardini Arimei Isola d’Ischia “Significa un ritorno alle mie radici familiari la scelta dell’Isola d' Ischia per la quarta Tenuta dell’Arcipelago” commenta emozionato Francesco Iacono “Aldilà di questo, è la testimonianza di come una famiglia di imprenditori sia capace di impegnarsi con notevoli mezzi finanziari per recuperare un passato agricolo glorioso e per la tutela dell’ambiente.”

Tenuta Oppida Aminea Sannio
Oppida Aminea, la Tenuta dove il Giallo è dominante nei grappoli di Falanghina, Greco e Fiano, varietà antiche del Sannio. Di questa terra appartata e severa l’uva porta nel vino la forza, l’intensità e i riflessi del Sole.

Ho avuto modo di provare i loro vini che a mio parere sono ottimi e di qualita'.





Simbiotico - Oppida Aminea




CARATTERISTICHE

Fermentazione alcolica In acciaio, fermentazione spontanea. Temperatura <20° C
Fermentazione malolattica Spontanea, eseguita totalmente
Affinamento e maturazione Tra i 4 e i 5 mesi sui lieviti in acciaio
Affinamento in bottiglia Almeno 6 mesi
Gradazione alcolica Tra 12,50 e 13,50
Temperatura di servizio 10-12°C
Formati in commercio 0,75 L

Si presta bene a piatti a base di pesce e va servito fresco per una degustazione ottimale.




SIMBIOTICO TOSCANA

Nella Maremma livornese, fra terre viticole famose e ricche di storia, Rubbia al Colle è la tenuta dell’Arcipelago Muratori dedicata ai vini rossi, Sangiovese in particolare senza disdegnare Merlot, Cabernet, Syrah e Petit verdot fra le varietà internazionali. Il vino qui è PAESAGGIO LIQUIDO: espressione, cioè, delle sensazioni e delle esperienze che si vivono camminando questi luoghi ancora vergini. Qui, a Rubbia al Colle, in queste atmosfere, è nato il progetto SIMBIOTICO, qui l’Arcipelago Muratori ha iniziato a sperimentare i consorzi micorrizici, qui, nella naturalità del paesaggio maremmano, abbiamo pensato alle prime vinificazioni in assenza di allergeni. Ancora qui abbiamo pensato alla vinificazione in argilla creando il Barricoccio®. Da qui, spontaneamente, guidati semplicemente dal rispetto per la natura e dal desiderio di preservare il paesaggio rurale tipico della maremma, è nata la viticoltura e l’enologia del nostro futuro. I VIGNETI Il vigneto che dà origine a questo Sangiovese è situato in ambiente maremmano con suoli profondi, umidi, sabbioso-limosi con clima caldo e asciutto.

Villa Crespia

23 vigneti dislocati nei 6 paesaggi che caratterizzano le diversità della Franciacorta.
 Questo è il patrimonio di Villa Crespia: 6 terre, 6 vini. Vigneti vinificati separatamente e poi assemblati solo in funzione della loro origine.
E' consigliato abbinare questo vino a piatti di pesce, carni bianche e verdure, antipasti e perchè' io lo abbinerei anche ai dolci.




A mio parere ho trovato i vini Arcipelago Muratori di ottima qualita', gradevole e profumato, si prestano bene ai primi piatti, secondi piatti di carne, ma io l'ho provato anche abbinato ai dolci.

Vi consiglio di provare i loro vini se volete stupire i vostri ospiti e concedervi un bel bicchiere di vino buono!

http://www.arcipelagomuratori.it/
https://www.facebook.com/ARCIPELAGO-MURATORI-214245378619083/?fref=ts


2 commenti:

  1. Da come ne parli intuisco che sono vini davvero eccellenti. Sarei curiosa di assaggiarli tutti e tre ma in particolar modo quello rosso che io gradisco di più

    RispondiElimina
  2. Devono essere veramente buoni questi vini...

    RispondiElimina